Stradalarga.com :: - Smaltimento rifiuti campani nelle cave di Locone
 Indice del forum    La nostra città, come la vorremmo    Nuovo Topic   Rispondi    Precedente   Successivo  

Chi di voi è contrario alla futura discarica?
si, è giusto
0%
 0%  [ 0 ]
si, l'importante che si salvaguardii la salute dei paesi limitrofi
0%
 0%  [ 0 ]
Voti Totali : 0

Autore  La nostra città, come la vorremmo   Smaltimento rifiuti campani nelle cave di Locone Vai a pagina Precedente  1, 2, 3  Successivo
antisa
New Entry
New Entry



Registrato: May 15, 2007
Messaggi: 21

MessaggioInviato: Mercoledì 06 Febbraio 2008 16:23    Oggetto:

salve a tutti!
Qualcuno di voi sa cosa sta succedendo al di fuori di Cerignola? ..precisamente a Ortanova e Borgo Tressanti?
vi allego qualke notizia...

la gazzetta del mezzogiorno

Domenica 3 Febbraio 2008

AMBIENTE|Si riaccende un'altra battaglia contro l'impianto Marcegaglia
«Ora tutti insieme contro
il termovalorizzatore di Borgo Tressanti»

l CERIGNOLA. Se il fronte allargato
della protesta contro la
discarica di Orta Nova è abbastanza
recente, quello del «no» al
«termovalorizzatore» di località
«Paglia» in agro di Manfredonia
(e co-finanziato nell'ambito del
Contratto d'Area) ma ad un tiro
di schioppo da Borgo Tressanti, ha origini
e connotati ben più solidi e radicati.
L'altra sera, nel corso di una affollata riunione
che si è tenuta nella popolosa borgata,
ancora una volta è stato ribadito un fermo
e deciso «no» all'insediamento di
un doppio impianto che, oltre ogni altra
considerazione, è destinato
comunque a stravolgere la vocazione
agricola del territorio.
La linea dura è stata ribadita dopo che
da ambienti comunali era stato suggerito di
aprire una sorta di trattativa con
l'Eta, la società del gruppo Marcegaglia
che intende realizzare l'impianto
(con annesso impianto accessorio per la produzione
e lo stoccaggio di combustibile da rifiuti)
affinché l'azienda si impegnasse
a realizzare un impianto alimentato
esclusivamente a biomasse, un ottimo grimaldello
per ottenere finanziamenti pubblici
ed autorizzazioni.
«Non vedo il motivo - osserva il
presidente dell'associazione
Giovani per l'ambiente di Borgo
Tressanti, Luigi De Palma - per
cui qualche autorevole rappresentante
istituzionale si ostini a
farci credere che l'Eta possa accettare
un simile compromesso.
Abbiamo accolto con piacere il
ritorno degli amici di Borgo Mezzanone
e ci aspettiamo anche un coinvolgimento
delle popolazioni dei comuni limitrofi, uniti nella
battaglia contro la discarica di località Ferrante
per cogliere, insieme, anche questo obiettivo» .
Una sorta di compromesso che oltretutto appare
assai improbabile, dal momento che difficilmente
l'Eta accetterebbe di tornare all'originaria fonte di
alimentazione della centrale, dopo che, in
tutte le salse, è stato già configurato un
impianto in cui si brucerà «cdr» e solo
in misura molto marginale, le biomasse. E
mentre è ancora in corso la procedura di
valutazione di impatto ambientale, da parte
della Regione Puglia, l'assemblea degli
abitanti di Borgo Tressanti ha deciso di
proseguire la battaglia, senza supporti di
qualche «one man show» in tour nei cinque
reali siti, ma con l'obiettivo di sensibilizzare l'opinione
pubblica, attraverso i mezzi di informazione,
il volantinaggio e l'organizzazione di banchetti
per la raccolta di firme. Magari con l'aiuto dei comitati
contro la discarica di Orta Nova.

--------------------------------------------------------------------------------
la situazione è critica xkè è kiaro ke nell'inceneritote di tressanti si andranno a bruciare i cdr di napoli e tutti sappiamo ke non sono di qualità....e anke se alcuni dottori si ostinano a dire ke questo tipo d'inceneritore, (infatti li kiamano termovalorizzatore) non fa male...dopo molte ricerche abbiamo riscontrato ke non è così, ke nelle zone vicino a questi impianti c'è un alto tasso di tumori....e di malformazioni...
le discariche non sono migliori....specialmente quella ke vogliono fare a Ortanova...
..il comitato del no di Ortanova a kiesto ad un giornalista investigativo, Gianni Lannes, di indagare, visto ke le istituzioni non vogliono prendersi responsabilità, sui permessi rilasciati a quelli dell'Agecos...io ho partecipato ad una conferenza sabato a Ortanova, fatta dal giornalista...bhè non ci sono parole...ha trovato un sacco di cose illegali..ha fatto un dossier ke domani verrà presentato alla conferenza di servizi ke si farà a Foggia in provincia, cmq appena mettono il video di sabato su you tube ve lo faccio sapere...
il problema rifiuti si risolve se tutti attiviamo la nostra coscienza nel differenziare i rifiuti...ma sopratutto dobbiamo obbligare i nostri comuni ad attivare sia la raccolta differenziata e sia il riciclaggio....se aspettiamo ai nostri politici....allora si ke faremo la fine di Napoli...io ormai ho perso la fiducia nella politica italiana...!!!!
(ps:la maggior parte dei rifiuti(pericolosi) di Napoli sono x del nord...)


TUTTI DOBBIAMO PARTECIPARE ALLA MANIFESTAZIONE DI
GIOVEDÌ 7 FEBBRAIO ORE 9:00 ALLA PROVINCIA NUOVA (in via telesforo)
CONTRO LA DISCARICA DI ORTANOVA
  Torna in cima
CanePazzo
Operaio
Operaio



Registrato: Feb 10, 2007
Messaggi: 180
Località: Cerignola

MessaggioInviato: Mercoledì 06 Febbraio 2008 17:23    Oggetto:

Oh ma tott sta mnnezz ca producem addo' l'ama mett????
E que no e de mang.
Fate gli scioperi, ma almeno proponete delle soluzioni.
E i verdi e u quedd u quiddot.
Quanda chiacchr e nind fatt.

Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy
  Torna in cima
antisa
New Entry
New Entry



Registrato: May 15, 2007
Messaggi: 21

MessaggioInviato: Giovedì 07 Febbraio 2008 23:51    Oggetto:

..come ho detto prima bisogna avere coscienza...e cioè deve partire da noi la voglia di non inquinare...le soluzioni ci sono e anke le proposte... xò nessuno vuole attivarsi, non mi riferisco solo ai politici!
...siamo un popolo di egoisti ke non sa assumersi le proprie responsabilità... e le istituzioni non vogliono attivare le RACCOLTA DIFFERENZIATA E IL RICICLAGGIO xkè andrebbe contro i loro interessi economici!!
ma voi lo sapete ke la maggior parte dei rifiuti di Napoli sono del nord?
lo sapete ke la mega discarica ke vogliono fare a Ortanova dovrà contenere (anzi già contiene qualcosa) rifiuti altamente pericolosi?
lo sapete ke lì passa la rete idrica e ke c'è rischio di essere tutti contaminati?
ok voi dite dove li mettiamo i rifiuti?
si xò non è neanke giusto smaltire i rifiuti tossici di altre nazioni in un territorio esclusivamente agricolo e sopratutto con la condutture dell'acquedotto ke passano sotto la discarica!!!
la stessa cosa vale x l'inceneritore...ma xkè Manfredonia ha deciso di istallarlo 30 km lontano dalla sua città?visto ke dicono ke non inquina poteva istallarlo nel centro della città!!

MA RAGAZZI SVEGLIATEVI!!! QUI E' IN PERICOLO LA NOSTRA SALUTE!

http://unimondo.oneworld.net/article/view/122231/1/3329

http://caffenews.wordpress.com/2008/01/09/rifiuti-zero/







  Torna in cima
francesco
Dott. Gran Duc. Figl di putt
Dott. Gran Duc. Figl di putt



Registrato: Mar 04, 2006
Messaggi: 1464
Località: cerignola(caput mundi)

MessaggioInviato: Lunedì 11 Febbraio 2008 10:16    Oggetto:

a dire il vero la nostra salute è in pericolo anche per altri fattori, tttavia, l'immondizia che sta per le strade dove la mettiamo? la gdrmania, per 220mila euro a settimana se li prende volentieri.. Wink
_________________
<div><br /><br />Amor di nostra vita ultimo inganno!</div><br />
  Torna in cima
antisa
New Entry
New Entry



Registrato: May 15, 2007
Messaggi: 21

MessaggioInviato: Martedì 12 Febbraio 2008 23:36    Oggetto:

..non so se è vero, ho sentito ke forse anke a Cerignola verrà istallato un inceneritore di rifiuti...credo in via vekkia napoli...xò ripeto non so se risulta verità!
cmq se così fosse voi non avrete + problemi di rifiuti... Wink
xò forse ci saranno altri problemi.... Confused
  Torna in cima
antisa
New Entry
New Entry



Registrato: May 15, 2007
Messaggi: 21

MessaggioInviato: Mercoledì 13 Febbraio 2008 0:12    Oggetto:

http://www.federicovalerio.splinder.com/
  Torna in cima
antisa
New Entry
New Entry



Registrato: May 15, 2007
Messaggi: 21

MessaggioInviato: Mercoledì 05 Marzo 2008 14:41    Oggetto: CONFERENZA

IL COMITATO DEL NO ALL'INCENERITORE - DI BORGO TRESSANTI - INVITA TUTTI ALLA
CONFERENZA CHE SI TERRA' PRESSO L'AUDITORIUM DELLA BIBLIOTECA PROVINCIALE
DI FOGGIA IL 06/03/2008 ALLE ORE 17:30.
  Torna in cima
antisa
New Entry
New Entry



Registrato: May 15, 2007
Messaggi: 21

MessaggioInviato: Mercoledì 05 Marzo 2008 21:34    Oggetto:

NO AL TERMOVALORIZZATORE NO AL TUMORIFICIO
NO ALLE DISCARICHE ILLEGALI


Il governo è sempre più convinto alla realizzazione di un termovalorizzatore nella nostra Capitanata, tra Borgo Tressanti-Borgo Mezzanone, in un territorio esclusivamente agricolo!
Non condividiamo la scelta del comune di Manfredonia di istallare questo impianto ai confini del suo territorio, in una delle più belle zone della nostra Capitanata dove sicuramente sconvolgerebbe l’economia del posto, in questo periodo già precaria.
Con questo inceneritore la provincia di Foggia verrà avvelenata poco a poco dai fumi - invisibili - e subdoli -(come la diossina) prodotti dalla bruciatura della sua stessa immondizia.
Ci domandiamo che senso ha avere sullo stesso territorio la sede dell’Autority sulla sicurezza alimentare e un impianto di incenerimento?



"L'Associazione Medici per l'Ambiente - ISDE Italia, che annovera tra i suoi membri anche alcuni tra i principali epidemiologi italiani, non ritiene scientificamente valida l'affermazione dell'assenza di rischi legati alla presenza di termovalorizzatori, così come rilasciata dal Prof. Veronesi nel corso della trasmissione televisiva del 20 gennaio u.s. Molti studi epidemiologici hanno infatti dimostrato il contrario, tanto è vero che il recente documento dell'Organizzazione Mondiale della Sanità in materia di impatto sulla salute della gestione dei rifiuti (http://www.euro.who.int/healthimpact/MainActs/20070228_1) assume l'incertezza scientifica per definire una posizione prudenziale. Peraltro messaggi totalmente tranquillizzanti di questo tipo rischiano di screditare tutto il Sistema Sanitario Nazionale e di mettere in crisi il rapporto di fiducia tra cittadini e istituzioni."



A loro i soldi, a noi tumori e inquinamento permanente.

Sicuramente l’ecomafia e le lobby affaristiche mafiose preferiscono la costruzione di un mega inceneritore, dove tutto può finire inghiottito e sparire.
Non vogliamo di certo diventare come la regione Campania, per questo è di vitale importanza produrre meno immondizia: ridurre l’uso della plastica, attivare la raccolta differenziata MA SOPRATTUTTO RICICLARE solo così si evita di bruciare e creare tante discariche illegali.
Sporcare e inquinare significa abusare dell’ambiente e della natura!



E non dimentichiamo, il mondo è di tutti: il mondo siamo noi!



Comitato del no di Borgo Tressanti – I Grilli di Foggia – I 5 Reali Siti
Comune di Cerignola
  Torna in cima
antoniomonte
New Entry
New Entry



Registrato: Sep 05, 2007
Messaggi: 31

MessaggioInviato: Giovedì 03 Aprile 2008 16:01    Oggetto:

Le alternative agli inceneritori

Inceneritori, perché no
1. L’incenerimento dei rifiuti li trasforma in nanoparticelle
tossiche e diossine
2. L’incenerimento necessita di sostanze come acqua, calce,
bicarbonato che aumentano la massa iniziale dei rifiuti
3. Da una tonnellata di rifiuti vengono prodotti fumi e 300 kg
di ceneri solide e altre sostanze.
- le ceneri solide vanno smaltite per legge in una
discarica per rifiuti tossici nocivi, rifiuti
estremamente più pericolosi delle vecchie discariche
- i fumi contengono 30 kg di ceneri volanti
cancerogene, 25 kg di gesso
- l’incenerimento produce 650 kg di acque inquinate da
depurare
4. Le micro polveri (pm 2 fino a pm 0,1) derivanti
dall’incenerimento se inalate dai polmoni giungono al sangue
in 60 secondi e in ogni altro organo in 60 minuti
5. Le patologie derivanti dall’inalazione sono: cancro,
malformazioni fetali, Parkinson, Alzheimer, infarto e ictus.
Lo comprovano migliaia di lavori scientifici
6. Gli inceneritori, detti anche termovalorizzatori, sono stati
finanziati con il 7% della bolletta dell’Enel associandoli
alle energie rinnovabili insieme ai rifiuti delle raffinerie
di petrolio al carbone. Senza tale tassa sarebbero
diseconomici. Nell’ultima Finanziaria è stato accordato il
finanziamento, ma solo agli inceneritori già costruiti
7. In Italia ci sono 51 inceneritori, sarebbe opportuno disporre
di centraline che analizzino la concentrazione di micro
polveri per ognuno di essi, insieme all’aumento delle
malattie derivate sul territorio nel lungo periodo
8. I petrolieri, i costruttori di inceneritori e i partiti
finanziati alla luce del sole da queste realtà economiche
sono gli unici beneficiari dell’incenerimento dei rifiuti


ALTERNATIVE:

Riduzione dei rifiuti, raccolta differenziata,
riciclaggio e bioessicazione
1. Riduzione dei rifiuti (Berlino, per fare un esempio, ha
ridotto in sei mesi i rifiuti del 50%)
2. Raccolta differenziata porta a porta con tariffa puntuale
3. Riciclo di quanto raccolto in modo differenziato
4. Quanto rimane di rifiuti dopo l’attuazione dei primi tre
punti va inviato a impianti per una selezione meccanica delle
tipologie dei rimanenti rifiuti indifferenziati. La parte non
riciclabile può essere trattata senza bruciarla con in
impianti di bioessicazione
5. In termini economici non conviene bruciare in presenza di una
raccolta differenziata perchè:
- il legno può essere venduto alle aziende per farne
truciolato
- il riciclaggio della carta rende più dell’energia che
se ne può ricavare
- il riciclaggio della plastica è conveniente. Occorrono
2/3 kg di petrolio per fare un kg di plastica
6. La raccolta differenziata può arrivare al 70% dei rifiuti, il
30% rimanente può ridursi al 15-20% dopo la bioessicazione.
Una quantità che è inferiore o equivale agli scarti degli
inceneritori. Ma si tratta di materiali inerti e non tossici
con minori spese di gestione ed impatti ambientali sanitari
Se nel settore dei rifiuti non ci fossero le attuali realtà, per
legge, di monopoli privati a totalità di capitale pubblico, ma
una reale liberalizzazione del mercato, la concorrenza tra le
aziende avverrebbe sulla capacità di recupero e l’incenerimento
sarebbe superato.

I GRILLI DI CERIGNOLA

tratto dal sito www.beppegrillo.it
  Torna in cima
antisa
New Entry
New Entry



Registrato: May 15, 2007
Messaggi: 21

MessaggioInviato: Venerdì 06 Giugno 2008 23:04    Oggetto:

http://www.newsfood.com/Articolo/Italia/2008-06/20080605-Commissione-procede-Italia-legislazione-ambiente.asp
  Torna in cima
MISGARR
Dirigente
Dirigente



Registrato: Jan 30, 2008
Messaggi: 932

MessaggioInviato: Sabato 07 Giugno 2008 9:13    Oggetto:

antisa ha scritto:
http://www.newsfood.com/Articolo/Italia/2008-06/20080605-Commissione-procede-Italia-legislazione-ambiente.asp



Non si possono impedire queste cose .....te lo dice uno che abita a NOVE chilometri dal più grosso TERMOVALORIZZATORE d'Italia ( credo !) : 800.000 TONNELLATE L'ANNO DI RIFIUTI .....

Ho fatto anch'io la guerra contro i "mulini a vento", chiedendo più serietà nei controlli della merce che arriva nell'inceneritore, più teconologia nel filtraggio dei fumi di scarico ......

INUTILE !

Fateglielo fare controllando i lavori e la zona con meno impatto ambientale......I RIFIUTI, FINCHE BEPPE GRILLO NON TROVA UNA SOLUZIONE ( ma quando mai !) , SONO UN DRAMMA MONDIALE !
Incenerirli e canalizzare il calore traformandolo in teleriscaldamento ha permesso a Brescia di eliminare 75.000 caldaie a gasolio ...

Boh! Situazione fuori controllo davvero ....ma non facciamo barricate inutili .....


Queste cose creano anche POSTI DI LAVORO ....guardiamo il bicchiere mezzo pieno .......DI TUMORE SI MUORE LO STESSO !
  Torna in cima
antisa
New Entry
New Entry



Registrato: May 15, 2007
Messaggi: 21

MessaggioInviato: Sabato 07 Giugno 2008 11:17    Oggetto:

http://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=18999
  Torna in cima
antoniomonte
New Entry
New Entry



Registrato: Sep 05, 2007
Messaggi: 31

MessaggioInviato: Sabato 07 Giugno 2008 15:15    Oggetto:

Citazione:
I RIFIUTI, FINCHE BEPPE GRILLO NON TROVA UNA SOLUZIONE ( ma quando mai !) , SONO UN DRAMMA MONDIALE !


azz MISGARR leggendo i tuoi post anche se spesso non condividevo le tue idee mi era sembrato che tu almeno acculturato sopra alla media di questo forum facessi e cercassi letture e notizie su internet che non erano le solite propinate dal "POTERE" o potente di turno........
cmq spiegami xchè dovrebbe esser un comico a trovare la soluzione al problema rifiuti (forse era una battuta ma non l'avevo capita)
in ogni caso la soluzione anzi le soluzioni ci sono Grillo non si è inventato nulla le soluzioni sono sulla RETE ne abbiamo stritto sui post precedenti...
cercate RIFIUTI ZERO su Google o su Youtube
San Francisco ricicla il 70% dell'immondizia
senza allontanarci tanto in italia ci sono comuni che arrivano al 60% ( Comune di Capannori (LU)) riciclando si spende meno e lavorano più persone con la raccolta PORTA A PORTA per chi vuole "perder tempo" legga qua:
http://www.comunivirtuosi.org/images/comunivirtuosi/rifiutizero.doc
  Torna in cima
MISGARR
Dirigente
Dirigente



Registrato: Jan 30, 2008
Messaggi: 932

MessaggioInviato: Domenica 08 Giugno 2008 9:14    Oggetto:

E' pragmatismo, Antonio.....NON RASSEGNAZIONE o , peggio , IPOCRISIA!


Contro queste cose sono IN GUERRA da molto tempo ( anche se non è facile usare questi termini in Italia Twisted Evil ) ......MA NON HO IL CORAGGIO PER FARE COME VORREI .....SUL SERIO !

LAVORO IN MEZZO AI SOLDI, ALLA SPECULAZIONE E AGLI IMPRENDITORI CHE TRATTANO RIFIUTI, ALLUMINIO, INCENERITORI, PANNELLI FOTOVOLTAICI, GASOLIO, BITUME, EDILIZIA , PLASTICA, HANNO LE AZIENDE PIU' INQUINANTI DI BRESCIA .......un coacervo di CONFLITTO DI INTERESSI .....

Formiche contro ELEFANTI ..........


Credimi: per CONCERTARE una soluzione sposabile e sostenibile su questo dramma , ripeto , mondiale ci vuole PRIMA UNA TRAGEDIA MONDIALE.

Certe teste prima devi romperle , poi metterci dentro le idee ....in Italia se chiedi la formazione per i prossimi europei ai 60.000.000 di "opinionisti che siamo ...saltano fuori 60.000.000 di formazioni ! Anche se a disposizione hai 25 giocatori !

A parte questo ....è bello già discuterne , ma ti rendi conto della portata del problema ?

Io , sporco borghese benestante , a Botticino produco DUE SACCHETTI DI RIFIUTI AL GIORNO ( siamo in tre in famiglia ) . La differenziata mi obbligherebbe a 10 sacchetti al giorno ( vetro, carta, organici e plastica, alluminio ) più il legno, pile alcaline , toner, dvd ......siamo in 11.000 abitanti .......QUANTI CASSONETTI CI VOLGLIONO ? E mezzi di trasporto ?

IMPOSSIBILE !


Tieni conto che in un "INCENERITORE " MODERNO ( dove nulla si distrugge , tutto si trasforma ) le alte temperature "aiutano" a disintegrare organicamente certe molecole di particelle e trasformano TUTTO in CENERI ALTAMENTE INQUINANTI CHE NON SI SA DOVE STOKKARE PER L'ETERNITA'......

Quindi ...si risolve il problema VOLUMETRICO , ma non certo dell'inquinamento ....

Da qui io dico .....riciclare ? va bene ( io credo più NELL'ELIMINAZIONE E/O RIDUZIONE DELLO SCARTO FIN DALL'INIZIO ).....ma a Cerignola siete senza acqua e fognature sul 60% del territorio .......PRIMA CHE CAPIATE DI FARE LA RACCOLTA DIFFERENZIATA CERIGNOLA E' SPARITA DALLA CARTINA GEOGRAFICA !
  Torna in cima
antisa
New Entry
New Entry



Registrato: May 15, 2007
Messaggi: 21

MessaggioInviato: Martedì 30 Settembre 2008 23:59    Oggetto:

RIFIUTI: SCARTI SANITA' IN UN INCENERITORE DAUNO, OPERAZIONE NOE


....X QUANTO TEMPO E' DURATA QUESTA GESTIONE ILLECITA?
....SE NON SBAGLIO SI TRATTA DELL'INCENERITORE SITUATO NELLA ZONA INDUSTRIALE...DOVE CI SONO MOLTE AZIENDE DI CONSERVE ALIMENTARI!!!!
  Torna in cima
Pagina 2 di 3   Mostra prima i messaggi di:   
  

ERRORE: Non riesco a connttermi a MySQL! Controllare config.php .