Stradalarga.com :: - Nazione e individuo
 Indice del forum    Gli studenti la cultura e l'arte    Nuovo Topic   Rispondi    Precedente   Successivo  
Autore  Gli studenti la cultura e l'arte   Nazione e individuo 
MISGARR
Dirigente
Dirigente



Registrato: Jan 30, 2008
Messaggi: 932

MessaggioInviato: Martedì 27 Ottobre 2009 19:05    Oggetto: Nazione e individuo

Voglio essere io a ricucire lo strappo con la cultura ....

Conoscete un certo Javier Marias ? Neanch'io ....ma ho trovato la traduzione di un suo scritto su un quotidiano e vorrei discutere su alcuni passaggi dello stesso:

" Mi è sempre risultato difficile capire il patriottismo. Proclami del tipo " Amo la Spagna" mi suonano falsi e vuoti, oltre che inverosimili, perchè NESSUNO è propenso ad "amare" così, in blocco, un intero paese, e ancora meno una metafora o un concetto"


" Quasi sempre si appartiene ad un luogo per caso, e a quel posto ci abituiamo, certo, e per un determinato periodo di tempo è il nostro unico mondo."

" la maggior parte della gente vive dove vive perchè è lì che le è capitato di nascere e di inserirsi in ciò che già esisteva. Si è insediata naturalmente e non pensa a trasferirsi, a meno che non provi una profonda insoddisfazione, noia , o inquietudine e non voglia fare quello che prima si chiamava "conoscere il mondo" .....ma fondamentalmente è solo una questione di abitudine e l'amore ha poco a che vedere in tutto questo..."

" Mi risulta difficile, poi, sentirmi orgoglioso della mia terra quando uno dei miei connazionali si distingue in qualcosa. Se Nadal, Alonso o un qualsiasi sportivo spagnolo vince un trofeo, non riesco a sentire che quel fatto mi rende migliore: non vi ho preso parte in alcun modo e mi sembrerebbe ridicolo esclamare con orgoglio "siamo i migliori nel tennis" quando non ho mai preso in mano una racchetta!"

" Il patriottismo lo capisco soltanto in senso negativo, ossia, ci sono persone e cose con le quali non ho niente a che vedere e che tuttavia, per essere del mio stesso paese, mi fanno vergognare e riescono ad avvelenarmi"

" Mi chiedo come definire questa affezione; l'incapacità di inorgoglirsi unità alla capacità di vergognarsi per il vicino estraneo. Non che mi consoli, ma sono certo che non sono l'unico a soffrire "
  Torna in cima
Pagina 1 di 1   Mostra prima i messaggi di:   
  

ERRORE: Non riesco a connttermi a MySQL! Controllare config.php .